Lei
Glamour. Bourgeois. Il profumo del suo corpo. L’essere irraggiungibile.
La sua pelle d’alta sartoria francese.
Snob in un contrasto tra ’60 e metà anni ’80. Snob nel romanticismo dell’alta borghesia.
Accenni gotici. Accenni della sua vera anima.
Segreta in colli che nascondono mezzo volto.
Belle de jour.
Visionario il desiderio sprigionato attorno a lei. Sharon Tate.
Passi che annullano il passato. Passi che annullano il futuro.
E’ l’attimo. Il suo attimo. Nient’altro.

Il suo corpo
Surreali mantelle e cappottini a uovo.
Costruzioni insellate esaltano le spalle, le portano al cielo.
Armoniche martingale dorate. Maniche a pieghe con sbuffo.
L’apparenza si cela in cappucci monacali.
L’essenza traspare in sensuali drappeggi che formano rose, applicati su bustier in crine di cachemire. Catherine Deneuve.
Gonne abatjour sopra il ginocchio portate a vita alta.
Visioni doppio petto spostate su pantaloni e gonne.
Effetto trompe d’oeil nelle giacche in pelle sciancrate con baschina intelaiata staccabile.

La sua anima
Lana e seta risplendono d’oro. Luminosità riflessa su principe di Galles in lino e nylon.
Duchesse in lurex alluminio sprigionano visioni.
L’oro liquido spalmato su chiffon in seta color zaffiro. Wally Simpson.
E’ mohair double antracite e ghiaccio. E’ l’ultralucida pelle blu inchiostro.
Organza plissè cobalto e crepe di seta blu notte attorcigliato a spirale sul corpo.
Nero rigoroso e totale in rigido scultoreo mikado.
Rosa cipria. Rosa baby. Rosa carne su panni infeltriti e brillanti. La sua seconda pelle.
E’ l’attimo. Il suo attimo. Nient’altro.

Categorie: Sfilate Moda Donna Autunno/Inverno 07/08 Tag: , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: