Paul McCartney

Paul McCartney: mini concerto a sorpresa a New York

Paul McCartney: un mini concerto a sorpresa con 4 canzoni a New York, è bastato un tweet ed il cantante ha imbracciato la chitarra per la gioia dei fans.

In quanti vorrebbero avere la fortuna di accaparrarsi uno dei biglietti per un concerto di Paul McCartney? Di certo la vendita durerebbe pochi secondi, come di solito avviene, ma il buon vecchio Paul ha deciso di fare qualcosa per i meno lesti, ovvero organizzare in meno di un’ora un mini concerto in strada.

Chi dice che i social network siano un affare esclusivamente dedicato ai giovani? Paul McCartney ha da poco compiuto 71 anni e a quanto pare si trova perfettamente a suo agio su Twitter, al punto d’aver annuncio proprio tramite un cinguettio ai suoi tantissimi followers d’aver intenzione di scendere in strada, imbracciare una chitarra e far sentire un po’ della sua musica a chiunque volesse ascoltarlo.

Detto fatto, dopo soltanto un’ora il concerto ha avuto inizio (precisamente alle 13, ora locale) nella giornata di ieri in Times Square. Chiunque avesse letto il tweet e fosse nei dintorni della pizza si è precipitato in strada per assistere all’evento, ovviamente armato di smartphone, grazie ai quali YouTube si è arricchito di un ennesimo pezzo di storia musicale di questo grande artista. Oltre a loro però a festeggiare il genio di Paul McCartney c’erano anche moltissimi turisti, passati di lì per caso, e che potranno tornare a casa con uno splendido ricordo della loro visita nella “Grande Mela”.

Il mini concerto dell’ex Beatles è durato il tempo di eseguire quattro canzoni, tutte tratte dal suo nuovo album “New”, che la prossima settimana sarà disponibile in tutti gli store, reali e virtuali. Di certo un ottimo modo per pubblicizzare la propria musica, anche se ormai il suo nome è di per sé un marchio garantito, ma anche di dimostrare d’essere ancora giovane dentro, cantando come un ventenne alle prime armi dal retro di un pick up. Una sola delle quattro canzoni apparteneva al gruppo storico di Liverpool, ovvero “Being for the Benefit of Mr. Kite!”, che non è stato altro se non un tributo allo scomparso collega e amico John Lennon.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy