Le novità della Milano Fashion Week 2019

Le novità della MFW consigliate dallo stylist Franco Lorenzon

Una settimana ricca di presentazioni e sfilate. La passata MFW ha svelato le tendenze che ci conquisteranno il prossimo autunno inverno 2019/20.

Dopo una settimana frenetica e impegnativa, densa fitta di appuntamenti all’insegna della Milano Fashion Week, fra presentazione e sfilate delle collezioni Autunno Inverno 2019-20, vi segnalo alcuni fra i brand e designer presenti che a parer mio, si sono distinti con delle proposte che meritano la vostra attenzione. Scopriamoli insieme!
Di FRANCO LORENZON

Un appunto prima di iniziare la nostra carrellata di proposte e novità: mai come nella prossima stagione, sembra che un filone ben preciso sulle tendenze non esista più. Ogni designer e azienda ha proposto una sua visione personale sulla moda che verrà. Unico fil rouge il ritorno ai capi basici del guardaroba e alla ricerca al pezzo insostituibile, al di là delle mode e dei tempi. I pezzi irrinunciabili del guardaroba 2019-20? Il cappotto, il tailleur, la giacca, l’abito, il cardigan e la gonna.

Un set onirico, abiti couture in lattice, mani dorate e specchi di cristallo fumé, arricchito dalla performance/soundtrack The Metting Man, per la collezione di ALESANDRO DE BENEDETTI Fall Winter 2019-20 dove ha spiccato uno spirito indie couture, con riferimenti cinematografici dalle velature neo-punk. Un guardaroba “performativo”, composto da abiti costruiti a manchino, tagliati in sbieco su uno stile Gothic-Western. Micro arricciature e abiti fluttuanti che creano un effetto paracadute.

 

La collezione di ALEXANDRA MOURA A/I 2019-20 rende omaggio a Rosa Ramalho, una famosa ceramista del nord del Portogallo. Il contrasto tra la sua arte visionaria e la sua vita semplice di campagna è stato un elemento chiave nello sviluppo della collezione. Gli abiti da lavoro della campagna sono mixati a capi oversize dello streetwear contemporaneo. La collezione stabilisce un ponte tra il classico e il contemporaneo, il rurale e l’urbano. Esseri fantastici, danno vita a dettagli e disegni: un mélange e una sovrapposizione di materiali, colori e citazioni.

CRUCIANI propone una donna sofisticata, dalla femminilità sussurrata e piena di luce come gli elementi naturali a cui è ispirata. Le linee sinuose avvolgono il corpo con cashmere, seta, lana merinos e mohair usati in purezza o miscelati tra loro in sorprendenti mischie, esaltando le lavorazioni di altissimo artigianato per regalare all’occhio una raffinata eleganza. Cappe e maglie in leggerissimo mohair accarezzano camicie di seta color avorio e grigio perla, in un dialogo tra leggerezza e trasparenza. Dalle maglie ai cappotti, dalle gonne ai pantaloni, lo stile inconfondibile della Maison umbra sarà protagonista della prossima stagione.

Se parliamo di calzature in primis, MARIO VALENTINO dedica la sua collezione all’Autunno a New York, creazioni dinamiche, nitide nelle linee e nei volumi, ben definita nel suo messaggio.
Il tema classico è reso sempre attuale e sofisticato in ogni modello. L’ispirazione arriva dal quotidiano di ogni donna in carriera, spesso allo stesso tempo, moglie e madre. Una donna pratica e dinamica. I colori e lo spirito autunnale di New York diventano palcoscenico del brand, una donna protagonista che si divide tra meeting ed eventi, e si concede un break veloce a Central Park. Fra i materiali: vitelli, camosci, cavallini, naplak e vitelli verniciati. La palette varia dalle tonalità naturali della terra, nella versione autunnale e dei tramonti.

Anche il giovane ma ormai celebre GABRIELE FIORUCCI BUCCIARELLI ha presentato a una selezionata clientela la sua nuova collezione AI 19-20 prima di partire per grandi impegni a Parigi. Nomi del calibro di Céline Dion o Maria Grazia Cucinotta, non rinunciano a indossare le sue creazioni da favola nei principali Red Carpet. Sono innumerevoli le celebrità che vestono con il suo brand. Il mood della nuova collezione spalma sui tessuti il luccichio e i magici bagliori della notte esaltando capi da vera star. Come lui stesso ci ha confessato, un ritorno alle creazioni che più ama e sente. Lampi di luce e colore accendono il nero, che rimane il colore di punta. Una rivisitazione della couture con accenni punk-glam si mixano alla seduzione degli anni ’80. Lavorazioni e decori degni del miglior made in Italy, fra cui spiccano il Plissè, la seta, il tulle, le piume, i cristalli e gli effetti vinile rivisitati in chiave alta moda.

GIUSEPPE ZANOTTI propone la sua “Urban Beauty”, una collezione che racconta una donna sofisticata e cosmopolita, elegante ma dall’animo rock. Una studiata disarmonia di forme e colori pervade i modelli, un mix audace ma moderato, capace di fondere e mescolare con maestria temi e tendenze del momento. Due i principali mood: il primo vede un aspetto geometrico, il secondo, la rivisitazione delle stampe animali effetto pelliccia. Sulle tomaie, sui tacchi e nei dettagli, le stampe leopardo, zebra e giraffa si combinano con pitone roccia, camoscio e vernice. Di tanto in tanto, intervalli di luce ottenuti da cristalli. I colori? Nero, rosso, avorio e vitello laminato matt in oro e argento.

Alcune tendenze vanno e vengono ma altre semplicemente rimangono. La Chuck Taylor è una di quelle che sin dal suo esordio non ha perso colpi. Ecco che allora CONVERSE x I’M ISOLA MARRAS, per la collezione FW 19 ha costumizzato le Chuck Taylor ’70, non solo con applicazioni ma facendo anche qualche modifica strutturale. Manualmente tagliate e strappate, le scarpe prendono forma e colore, grazie agli inserti delle stampe personalizzate, ispirate alle immagini suggerite dalle rock girl Londinesi degli anni 70. Tartan in due colori giallo e rosso e i cotoni pesanti stampati con il motivo maculato sui fucsia e blu elettrico e la stampa black and white ispirata alla copertina del mitico album dei Sex Pistols “Never Mind Bollocks”.

CONVERSE x I’M ISOLA MARRAS

Una femminilità seduttiva per le proposte di ANTONELLI FIRENZE del prossimo inverno, sottolineata da dettagli ricercati, intensi punti luce ed effetti lucidi e metallici. Troviamo degli scolli profondi che sottolineano il décolleté e la silhouette. Colori forti come il rosa acceso, fucsia, rosso ciclamino e giallo acido, accendono la collezione in modo inaspettato e piacevole. E poi le stampe animalier, floreali o geometriche, in un mix di materiali e stili a contrasto. Le giacche, modello vestaglia, e i cappotti destrutturati sembrano essere in maglia. Pantaloni fluidi, velluti di seta o a coste rendono l’incedere elegante. Sotto, morbide camicie abbinate a gonne plissettate spennellate di bronzo e platino, colorano la sera più raffinata. Non mancano gli abiti in fantasie zebrate e i pantaloni con pences in pelle peso piuma, come i trench dallo stile militare.

Fra i brand di occhiali che più si distinguono per un prodotto altamente tecnologico, dal design e prestazioni all’avanguardia troviamo PUGNALE EYEWEAR. Il suo direttore creativo e fondatore Emanuele Pugnale, ha presentato al recente MIDO, tutte le novità dell’azienda. La prima è la collaborazione con il brand di moda Anteprima, il designer Izumi Ogino ha scelto la creatività di PUGNALE per realizzare una capsule che ha sfilato alla Milano Fashion Week. I tre modelli sono “Gloriosa” in due varianti, e “Superba”, pensati tutti per una donna sofisticata e glamour. Degno di nota il modello in Limited Edition per festeggiare il Ballo del Doge 2019 che si svolgerà questo week end a Venezia. Il suo nome “Folly”, un vero gioiello del Handmade in Italy, sarà il tratto distintivo del grande evento. Entrerà a far parte della prima linea anche la Limited Edition “La Matta”, che si contraddistingue per il pugnale sull’asta. Non ultima novità la recente collaborazione con Amen, il brand di alta moda, il quale ha affidato a PUGNALE la licenza mondiale per i nuovi occhiali.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy