MANUEL BOZZI: UN IMPORTANTE PORTABANDIERA DELL’ARTE E DELLE ORIGINI PISANE NEL MONDO.

Nato nel 1973 a Pisa, il talentuoso orafo MANUEL BOZZI, fino a pochi anni fa promessa nel campo del design, ha ufficialmente preso il volo ed è diventato un fenomeno internazionale in grado di dar lustro all’Italia ed in particolar modo a Pisa grazie alla sua singolarissima arte apprezzata dai buyer, dagli opinion leader e dalla stampa di tutto il mondo.
Come ama lui stesso definirsi, l’orafo artigiano, dopo aver creato Clan Banlieue, inizialmente piccolo laboratorio orafo pisano pieno di sogni e desideri, ha colpito nel segno e si è trasformato in un artista conosciuto in tutto il mondo, che vola da Parigi a Las Vegas, da Milano a New York perché chiamato a partecipare a fiere, eventi e meeting internazionali, ma resta sempre ben saldo alle sue terre d’origine e soprattutto alla famiglia con la quale risiede nelle campagne pisane.

Una carriera in ascesa quella del giovane designer al quale, dopo la realizzazione della prestigiosissima Barbie personalizzata per un evento benefico cui ha partecipato legando il suo nome ad artisti del calibro di REPOSSI, BUCCELLATI, BVLGARI, BOUCHERON, DE BEERS, viene assegnato in Germania il Premium Young Designer Award nella categoria Best Accessories Designer per la realizzazione delle ormai famosissime CINTURE CHITARRA, oramai un gioiello-accessorio di culto ormai venduto in tutte le più importanti boutique del mondo.
Perfetto portabandiera della cultura e delle origini pisane nel mondo anche grazie alle importanti collaborazioni internazionali, l’ultimo progetto vincente di MANUEL BOZZI si chiama JEANSWELL, La leggenda del jeans gioiello: originalissima linea che lega armoniosamente la fine gioielleria Made in Italy al denim dei jeans più importanti del mondo, quelli degli stilisti Marithè+François Girbaud, inventori dello stone-washed, filosofi del tessuto più indossato in assoluto. Il prodotto che ne deriva si colloca nella fascia del lusso ed è già unico al mondo per qualità e concetto.
Il laboratorio che aveva suscitato interesse nella stampa e nelle istituzioni locali è diventato ora un’azienda che si ingrandisce e si consolida sempre più, mantenendo viva la promessa fatta anni addietro, la creazione di una realtà artistica importante posizionata nella terra originaria, alla quale ritiene fondamentale dare forza, stimolo e vigore.
Molti i progetti che sigleranno nel prossimo futuro il percorso professionale di Manuel Bozzi e del suo Clan Banlieue, il principale nuovamente in connubio artistico con l’inseparabile moglie, Chiara Vigilante, da sempre sua fonte primaria di ispirazione. Il primo consisterà nel trasferimento aziendale di Clan Banlieue in spazi ben più ampi ed importanti, sempre in terra pisana, una location suggestiva dove il Clan insedierà il suo quartier generale e contemporaneamente gestirà il Deposito42.com spazio multi-concept ideato da Chiara Vigilante che ospiterà creazioni d’arte, abiti, gioielli acquistabili sull’omonimo sito web, ma. non solo…il Deposito e’ concepito per diventare uno showroom e un polo attrattivo per realtà giovani e di ricerca, , un’isola sia reale che virtuale per menti creative. il tutto qui, a Pisa…ma ovviamente senza frontiere!

Categorie: Trade News Tag: .

Articolo pubblicato da in data: 01.08.2008
Ultimo aggiornamento: 1 agosto 2008