Design moderno all’insegna del lusso minimal chic, ecco la filosofia del “Maraya”, megayacht nato dall’expertise del cantiere CRN di Ancona in collaborazione con lo Studio Zuccon International Project, che ha curato il layout esterno.

Colori candidi e linee decise nascono da un percorso progettuale tutto nuovo, curato nei minimi dettagli – per volontà dell’armatore – dagli interior designer della Claude Missir Agency. Giochi di luci e di specchi ne caratterizzano gli interni e danno il nome al megayacht: “Maraya”  in  arabo significa proprio “specchio”.

Si tratta di un progetto completamente custom che rispecchia le richieste del cliente, è il primo megayacht del cantiere a sperimentare un sistema di illuminazione basato esclusivamente su fibre ottiche e led. Una scelta innovativa e funzionale al concetto di armonia e moderna eleganza, proprio dell’imbarcazione. La luce è la vera protagonista di questo yacht: non ha più solo una funzione estetica di prestigioso strumento di decorazione, ma diventa elemento architettonico di primaria importanza, fonte al tempo stesso di suggestione e seduzione. Un gioco di chiaroscuri attraversa “Maraya”, creato dagli oltre 600 punti luce installati in tutte le aree interne destinate ai 12 ospiti: la luce diventa un gioco di stile!

«La grandezza di questo progetto è proprio quella di essere stato realizzato rispondendo fedelmente alle esigenze dell’armatore», afferma Lamberto Tacoli, Presidente di CRN. «Si è creato un connubio ideale tra i desideri del cliente e le nostre proposte: ogni minimo dettaglio è stato ispirato al mondo del design e i particolari sono stati pensati per renderlo unico. E’ nato così un megayacht altamente personalizzato».

Il salone del ponte principale, anticipato da una zona relax esterna dotata di comodi sofà, si estende per 100 mq e costituisce un ambiente unico con la sala da pranzo per 12 persone. A dividerli semplicemente un mobile con TV al plasma 42’, dotata di meccanismo a scomparsa up-down e girevole a 180°, caratteristica che le permette di essere vista da entrambe le parti.

Caratteristica distintiva di questa nave è il terrazzino della suite amatoriale: costruito come una vera e propria piattaforma a picco sul mare, grazie all’utilizzo di un portellone che si abbatte a 90 gradi e che viene allestito come “balcony” con tavolo e sedie per la prima colazione. Due cabine armadio, un corner con comode poltrone e tavolino ed un vanity completano la suite per la quale l’armatore ha scelto una TV 42’ “magic mirrow”: una televisione, collocata davanti al letto, che spegnendosi diventa uno specchio.

Minimale e raffinato il bagno dell’armatore, dotato di doppio ingresso, doppi servizi con lavabo in pietra serena ed una spettacolare vasca ovale in corian dal design esclusivo firmato Boffi. Una seconda TV 32’, realizzata come “magic mirror” e posizionata davanti alla vasca, completa questo ambiente, unico per originalità di forme e materiali.
Sempre sul ponte principale la cucina hi-tech interamente in acciaio, attrezzata per l’alta ristorazione con forni Rational.

Le tre cabine Vip con letto matrimoniale sono arredate con tessuti che riprendono le sobrie tonalità del marrone, del beige e dell’indaco: colori e forme classici marinari ne caratterizzano i tessuti: rosso, blu, bianco, ma anche motivi a righe e bandierine creano decori vivaci e freschi. Per ognuna delle cabine ospiti gli architetti hanno scelto preziose lampade da tavolo Flos, firmate da Philippe Starck e legate alle tinte dominanti degli ambienti.

A prua la tradizionale vasca idromassaggio Jacuzzi, di quasi 2 metri di diametro, è circondata da vivaci cuscinature. Il ponte sole, attrezzato all’occorrenza per l’atterraggio di un elicottero di 1500 kg, ospita a poppa uno ski boat di 7,10 m.

Il “Maraya” è un megayacht disegnato dall’armatore a misura della sua famiglia. La zona di poppa del ponte inferiore, affacciata sulla spiaggetta, è infatti allestita come “children room” e permetterà ai piccoli ospiti di giocare a pochi passi dall’oceano, in una cornice magica.

Categorie: Nautica.

Ultimo aggiornamento: il 27.09.2008