“SHOPPING DEL CUORE”: Bruno Magli e l’Associazione Amici del Sacro Cuore insieme per valorizzare un eccellenza bolognese.

Sabato 18 aprile 2009, il celebre calzaturificio Bruno Magli e l’Associazione Amici del Sacro Cuore, daranno vita, presso la boutique Bruno Magli sita nel “salotto” bolognese di Galleria Cavour, ad un evento e ad una giornata di shopping “particolare”.

Oltre a 2000 euro messi a disposizione dalla Bruno Magli per garantire a uno o più studenti una borsa di studio per frequentare l’Istituto Sacro Cuore di via Orfeo 42, il 50% del ricavato della giornata sarà devoluto alla Associazione per la continuazione della scuola.

L’Amministratore Delegato della Bruno Magli Michele Zonno, i membri del Comitato Direttivo dell’Associazione insieme alle interpretazioni creative da parte dei bimbi della sezione materna sul tema della scarpa e un aperitivo per tutti gli intervenuti, accoglieranno  gli ospiti in una giornata di shopping “etico”, ma anche di riflessione sui temi della valorizzazione del territorio, delle eccellenze cittadine e dell’importanza delle istituzioni culturali.

“Anche la nostra azienda” dichiara l’AD di Bruno Magli, Michele Zonno “vanta  una lunga storia che affonda le sue radici nel territorio bolognese in cui è nata e in cui ancora oggi  produce, e ben comprende che la maestria artigiana, così come l’istruzione, è un sapere che si tramanda grazie a persone, saperi e luoghi. Per questi motivi apprezzo l’importanza del valore storico e sociale che lega i cittadini al proprio territorio ed alle proprie istituzioni culturali e, noi come voi, non vogliamo che questo valore si disperda. E’ mio  desiderio che l’Azienda che rappresento partecipi attivamente affinché una Scuola di così grande pregio come il "Sacro Cuore" continui ad esistere ed a prosperare”.

Marina Zarri, Presidente dell’Associazione Amici del Sacro Cuore – che da 2 anni si sta battendo per scongiurare la chiusura della scuola – ha affermato ”siamo onorati di questa collaborazione con un così prestigioso e storico marchio bolognese quale Bruno Magli e siamo fiduciosi che il Sacro Cuore possa trarre ulteriore linfa vitale anche da queste azioni che, aspetti economici a parte, hanno per noi l’obiettivo di sensibilizzare ulteriormente le Istituzioni e tutti i cittadini ad opporsi con determinazione alla decisione di chiudere una scuola che vanta oltre 160 anni di storia, 250 alunni iscritti e 50 tra dipendenti e collaboratori. La Curia, il Comune, il Quartiere, diverse Fondazioni e tutte le Istituzioni con le quali abbiamo dialogato sono con noi. Ora servono i fatti!“.

Categorie: Agenda Tag: .

Articolo pubblicato da in data: 06.04.2009
Ultimo aggiornamento: 6 aprile 2009