Volare alti, senza farsi condizionare.
Questa la filosofia di BAMBOGJ, la nuova linea di abbigliamento che per ora lancia una collezione primavera/estate 2008 composta da t-shirt e felpe.
Se la moda non parla, se spesso i marchi si fanno pubblicità con immagini senza parole, BAMBOGJ vuole rappresentarsi con una sua poesia delicata e minimale, con una grafica insolita che renda conto della sua originalità e che permetta di uscire da questo mondo di silenzi e di gesti sempre più uguali l’uno all’altro. BAMBOGJ sottolinea la sua distanza dal mondo della moda, dai suoi codici e dai suoi riti.

Definire un mondo di appartenenza, vuol dire entrare senza enfasi nel mondo della fiaba, del viaggio senza confini, delle citazioni.
BAMBOGJ è letteratura per l’infanzia, è mistero, è piacere fine e se stesso.
Una seduzione per il corpo.

BAMBOGJ parte da presupposti che portano ad una sorta di ANTIMODA: si parte quindi da un’idea pericolosa ed affascinante di DIVERSITA’ per un intelligente fuori moda che ha tutti i numeri per costruire una moda.
L’idea è di vederli addosso a tutti anche se non sembra uno stile troppo  urbano, da teenagers o pensionati.

“La collezione è dedicata a chi vuole uscire dal coro, a chi è stanco di un sistema che divide in tribù. BAMBOGJ è per chi cerca la libertà di scegliere ciò che gli piace senza imposizioni, per chi si vuole distinguere senza entrare in un gruppo bene definito”

Questo quanto sostiene Alessandra, la stilista BAMBOGJ: il suo lavoro ha come base la creazione di t-shirt e felpe ricercate. Il target è medio alto. Lo stile è abbastanza insolito e cerca piuttosto di varare un carattere proprio.
Si disinteressa delle tendenze in atto ed è dedicato a chi cerca uno stile che non sia riconducibile ad altri.

Categorie: Abbigliamento Donna.

Articolo pubblicato da in data: 29.05.2007
Ultimo aggiornamento: 29 maggio 2007