L’A/I 2007 è lo scenario nel quale l’uomo GUESS BY MARCIANO compie un viaggio a 360° nello stile alternando atmosfere di assoluta ricercatezza a momenti leisure, fino all’estremizzazione del divertissement fou dove tutto si mescola e appare la personalità eclettica di un uomo che sa far sue tutte le esperienze.
BACK TO THE STYLE. La parola d’ordine è Eleganza, un cambiamento di rotta deciso e assoluto che torna indietro nel tempo ai gentiluomini di una volta, una ritrovata ricercatezza verso la classica raffinatezza e lo stile.  Ci si ispira al British, sartoriale, lussuoso, classico ma charmant. Una sofisticatezza non vistosa ma mai banale, ricca di dettagli che fanno stile e sono indice di una personalità forte e ricercata. L’abito si declina nei tessuti più ricchi: dai tweed ai gessati fino ad arrivare ai velluti lisci e al lusso del cachemire. La palette si tinge dai grigi ai blu, al marrone in tutte le sfumature fino ad arrivare ai corda. La camicia è rigorosa nel taglio classico e nei tessuti importanti ed è possibilmente con collo bianco e gemelli. Ritornano i dettagli che fanno stile: la cravatta, la pochette, il foulard. Un inverno caldo e lussuoso, da vero Lord.
In contrapposizione a questa tendenza il viaggio ripercorre la ricerca sullo stile della strada; nasce STREET PEOPLE GANG, dedicato alle band di tutto il mondo, da Parigi a Tokyo, da Londra a New York. È l’evoluzione fashion di un abbigliamento che nasce per strada. Un guardaroba comodo, ma ricco nei materiali e nei dettagli, con un look giovane ed aggressivo estremamente attento alla moda. Il bomber o il parka sono ingentiliti e vestono come un blazer. I pantaloni sono stretti come anche la camicia, le maglie e il capospalla. Sono band di guerrieri metropolitani che sfilano più su una passerella che nei sobborghi delle grandi città. I tessuti sono ricchissimi: nylon extrafini per il capospalla, cotoni e Oxford classici re-interpretati nei tagli e negli abbinamenti per la camiceria, velluti a coste, fustagni e cotoni diamantati per i pantaloni. Il colore dominante è il verde del bomber nelle varie sfumature fino ai militari e ai marroni con delicati interventi camouflage e quadri sovra-tinti scuri nelle camicie e nei pantaloni. Un mix di strada, militare e passerella.
Il viaggio si conclude nello sfarzo abbagliante dello STUDIO 54 di New York dove la sera si accende di eccessi fashion e di divertimento senza limiti. Si balla circondati da personaggi che hanno fatto la storia, Mick Jagger, Andy Warhol, gente che sa osare. La disco music anima i velluti lisci e lo smoking nei tessuti opachi e lucidi fino alle sfolgoranti fantasie glitter e al lusso esibito degli interventi leopardo. I colori sono scuri, dal nero al blu-black, all’antracite con riflessi metallici accesi da tocchi di rosso Ferrari e pennellate d’oro e d’argento. Le vestibilità sono estremamente eleganti e rigorosamente fittate, per una notte trasgressiva ma all’insegna del bon-ton!

Categorie: Abbigliamento Uomo Tag: .

Articolo pubblicato da in data: 14.06.2007
Ultimo aggiornamento: 14 giugno 2007