Un uomo libero, comodo, con voce baritonale, che non ha bisogno di mostrarsi. È l’uomo Gigli.
Dall’aspetto opaco dei colori polverosi delle terre, tutto in nouances, dal blu al mauve, dal rosso al marrone, al beige, al tortora, fino alle varie tonalità del verde, la collezione GIGLI uomo P/E 08 è stata studiata come integrazione della prima linea Romeo Gigli, sia per i dettagli che per i pesi e le cromie.
Un’ulteriore integrazione alla complessità della prima linea per creare un nuovo grande guardaroba, per la prima volta al pitti, aperto a tutti.

“La Collezione Gigli è la sintesi, il basico della griffe, è la parte più trasversale dell’intero progetto. Il prezzo e il target di utenza sono altrettanto trasversali. E’ progettata in modo che i colori, i pesi, le forme siano perfettamente mescolabili con la prima linea e contengano lo stesso grado di familiarità ed emozionalità” – Gentucca Bini.

SILHOUETTE: volumi contenuti, ma comodi, calibrate sproporzioni. Giacche decostruite, pantaloni a vita alta con pinces per un uomo morbido.

MATERIALI: leggeri, freschi, senza tempo. Cotoni, lini, garze, filati dai titoli impercettibili

COLORI: tutto è tinto in capo. Gamma di colori organici delle terre in nuances; dal rosso al mattone, dal grigio al verde, al giallo, dal blu al rame, al beige, alle varie tonalità del bianco.

IL PITTI
Entrare in un gigantesco guardaroba, un armadio pieno di tutto quello che si può indossare, in cui sarà la casualità della disposizione dei capi a determinare un ordine e un percorso che è poi alla base del progetto Romeo Gigli, creare un guardaroba in cui muoversi liberamente, dove poter pescare a caso, con gli occhi bendati ed uscirne elegante, sempre.

Categorie: Abbigliamento Uomo Tag: .

Articolo pubblicato da in data: 22.06.2007
Ultimo aggiornamento: 22 giugno 2007