Dimensione Danza dà grande fiducia al mondo giovane. Si può dire che coccoli il futuro. Per questo ha scelto di realizzare differenti stili all’interno della Dimensione Girl: Dimensione Danza pensa una Giovane Power Girl che mostra look studiati per differenti fasce d’età.
Infanzia e adolescenza sono concepiti come momenti evolutivi ricchi di potenzialità espressive.

Girl Basic e Basic Plus
Tutto parte, però, dalle prime audizioni, dai primi passi nel mondo e dalle prime vanità che ne derivano. Ecco che prende forma di abiti il concetto dell’audizione, che si accompagna necessariamente all’idea di prova. I primi riferimenti infantili al mondo della danza, con il tutù più classico i mini body, ma anche felpe e magliette con loghi e stampe che appaghino il desiderio di riconoscersi nell’identità della danza. I pantaloni, capo d’abbigliamento fondamentale per le bambine di oggi, sono molto più elaborati, tempestati di tasche, nastri, coulisse, quasi diventano un gioco da vestire e da gestire all’insegna della comodità.
Il Basic Plus ha dettagli ancora più curati, con tagli più chic e accorgimenti stilistici, come l’uso del velluto 3000 righe del jersey soft per la felpa e cappuccio abbottonate, che marcano la differenza.

Romantic
Fino a 10 anni ha la meglio il sogno puro. La ballerina rimane nell’immaginario collettivo dell’infanzia femminile molto più che un’aspirazione, un punto di riferimento dell’espressione di grazia e bellezza. La ballerina è la prima icona. Nessuno meglio di Dimensione Danza può comprenderlo. Ecco perchè arricciature, gale, nastri, ruches, entrano a far parte dell’abbigliamento sia come puro decoro, sia come strumenti di adattamento del capo alla giovane silhouette.
Il romanticismo è il patos e il power che questi look, composti da maglie, cardigan, in abbinamento con pantaloni e minigonne meno leziose (per non sconfinare nel costume, ma rimanere ancorati ad un concetto moda), generano nella fanciulla.

Tecno Girl
Il movimento, l’indipendenza, il desiderio forte di emanciparsi, le prime ribellioni.
L’animo femminile è alla svolta dei suoi 14 anni. Il bisogno di manifestare la femminilità è più complesso. Anche la tavolozza cromatica è più marcata. Danza sceglie colori più netti: il viola e il fucsia più audaci. Anche le forme si fanno particolari. Ci sono i primi giubbotti, con e senza maniche, nuovo simbolo dell’emancipazione. Ci sono i pantaloni intarsiati di cerniere lampo, sfruttati da coulisse sui fianchi, alle ginocchia e alle caviglie, felpe più costruite e grintose. i primi dettagli fashion cominciano ad avere la loro importanza.

Girl Young Accademy
L’altra faccia della femminilità più acerba, quella più pop e pastello, più bon ton nell’ispirazione alla tradizione delle British School, ma sempre rispettando la vocazione atletica di Dimensione Danza. Linee più pulite, più slim e minimal quella a checks, tipica dei kilt scozzesi.
Si forma cosi un mini Clan di Dimensione Danza, che marca la dimensione della Power Girl colorando il gonnellino, i pantaloni al ginocchio, il cappuccio della felpa, le toppe sulle maniche del giubbotto, in tonalità rosa candy.

Categorie: Sport Tag: , .

Articolo pubblicato da in data: 29.08.2007
Ultimo aggiornamento: 29 agosto 2007