“La mia é una profonda ricerca del bello, della semplicità charmant che si definisce nell’eleganza essenziale di linee precise e volumi ultra clean, alla ricerca dell’Armonia tra sogno e realtà”
Georgia Turri

Questa collezione Georgia Turri PE 2008 si distende tra le immagini di Franco Fontana. Textures accurate, linee pulite e una gamma di colori chiari: tortora, tan, cenerino, sono però neutralizzati da nuances di grigio interiore, e oscillano tra estremi classici, nero e rosso. Pelli e tessuti superiori, scelti con cura singolarmente e fibbie realizzate a mano in metalli nobili, schiudono un’incantevole aura di magia, satura di una tangibile qualità.

Il design si autovalorizza nell’assenza di rumori di fondo. I profili delle forme e dei tagli, esaltati dal non-colore, curvano docilmente. Gli stilemi visivi che rendono Georgia Turri immediatamente distintiva sono, in modo particolare, i lacci di seta e chiffon perfettamente plissé, nati per generare un senso di fluidità e leggerezza che avvolgano sensualmente la figura femminile. Nella costruzione, l’eccezionale tecnica, i complessi particolari e la leggerezza suprema, che conducono a una comodità indimenticabile, sono evidenti in quest’opera di Georgia Turri in una maniera semplicemente elegante.

GEORGIA TURRI
Dall’incontro fortuito sopra i tetti di New York tra un pragmatico novarese e una dolce gaúcha nasce Georgia Turri, produzione aristocratica di calzature femminili di altissima gamma. Il debutto nel gennaio 2007 nell’ambito del progetto Incubatore della Moda coordinato dalla Camera Nazionale Moda Italiana, segna l’ingresso del brand nel più alto segmento del lusso, forte di uno slancio creativo cosmopolita, di una ricchezza spogliata di ogni inutile orpello e di una lavorazione esclusivamente artigianale localizzata nel comparto d’eccellenza di Parabiago.

Al timone, Georgia Roehe per lo stile e Alberto Turri per il management, una coppia nella vita e sul lavoro, che nella quiete di Laglio, sulle sponde del Lago di Como, ha trovato l’ambiente giusto per rielaborare anni di esperienze, di apprendimenti e di viaggi in una collezione di scarpe dalla composta bellezza di una femminilità sottile.
 
Lasciato il Brasile nativo, dove la conceria di famiglia le ha trasmesso l’amore per i pellami, Georgia si è trasferita in Italia nel 2000 per formarsi con studi specifici in shoe design completati presso l’Istituto Ars-Sutoria, l’Istituto Europeo di Design e l’Istituto Marangoni, cui hanno fatto seguito significative esperienze professionali all’interno di aziende leader del settore:

Cura, qualità, passione e cultura. Su questi quattro cardini l’estetica delle collezioni Georgia Turri si modella per dare vita a oggetti docili da calzare grazie all’uso di materiali nobili e a una progettazione calibrata, ma non solo. La scarpa diviene esperienza d’arte, prodotta nei modelli top in serie limitata e numerata, ma anche in serie aperta su ordinazione, da esibire con discrezione e da custodire con cura. A partire dal packaging, fatto per durare, contenitore prezioso del sogno di due amanti che si é fatto realtà: creare simboli quotidiani di una moda all’insegna del senso.

Categorie: Scarpe Donna.

Articolo pubblicato da in data: 09.06.2008
Ultimo aggiornamento: 9 giugno 2008