Il professore Aldo Grasso boccia Enrico Bertolino. Il critico televisivo del Corriere della Sera, noto per la sua intransigenza e rigore nel giudicare programmi e personaggi del piccolo schermo, ha cassato il nuovo programma di  Bertolino, Glob Spread, dopo solo due puntate.

Secondo Grasso, il programma non riesce a decollare nonostante l’abbondanza di spunti creati dagli autori. La colpa va addebitata proprio al comico-conduttore milanese, il quale, per usare una metafora calcistica, non ce la fa a spedire il pallone in rete. E’ lo stesso Grasso a utilizzare la metafora, spiegando che l’incedere della trasmissione assomiglia a quelle squadre che pur eccedendo in possesso palla, non sono capaci a finalizzare la propria azione. Bertolino insomma non riuscirebbe a scatenare nel pubblico quella risata liberatoria che da sola vale la visione di un programma, al massimo induce a un sorrisetto. Troppo poco, secondo il critico, che poi rincarando la dose accusa il comico di una conduzione noiosa, stile formatore aziendale (che poi è il reale mestiere di Bertolino, che esercita assieme a quello di comico).

Glob Spread, che va in onda in seconda serata su RaiTre, ha comunque avuto sino ad oggi un buon riscontro di pubblico. Martedì, trainato da Ballarò, ha raccolto il 14 per cento di share, ieri ha sfiorato il 10%, che per la terza rete della Rai è un ottimo risultato. Vedremo nel proseguo delle puntate se avrà ragione o meno il poco tollerante Grasso che comunque quando estrae lo spadino (spesso a dire il vero) tocca sempre l’avversario con motivazioni sempre ben argomentate.
Mauro Scarpellini.

Categorie: In Televisione Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: