Pollini by Rifat Ozbek trae dalle sue origini l’ispirazione per presentare la collezione p/e 2008, ed ecco che la Turchia nelle sue mille sfaccettature si presenta in passerella.
Capi completamente immersi nei paesaggi africani, forme, colori e ricami caratteristici del luogo.
Un mix and match di trasparenze, stampe e tinte unite, pellami e tessuti dove i ricami "ikat" e le minuterie metalliche o di perline sono fili conduttori dell’intera collezione.
Applicazioni di dischi e pastiglie metalliche tintinnanti, ricami "caviar".
Abiti e trench full volume plissettati dal taglio anni ’50, pantaloni larghi, camicie ampie e pantaloncini in “afro plaid” dégradé.
Colori accesi dai raggi del sole: viola brillanti, gialli intensi, rossi infuocati.
Philip Treacy addolcisce ulteriormente la collezione con cappelli-cerchietti scultura di reti tubolari areografate.
Gli accessori prendono vita e si animano con colori a volte fluo a volte assolutamente naturali. Sono in pelle, camoscio e vernice.
Le borse hanno varie dimensioni: la BandaBag con intarsi e listini é capiente, la LodgeBag e la KarenBag sono interamente in pitone ampie e preziosissime, la ZanzibarBag é quasi una borsa a mano ma resa comoda da una piccola corta tracolla.
Le scarpe ed i sandali hanno tacchi-zeppe scultura e mignon di accessori che si coordinano con la collezione ready-to-wear.
Gli occhiali sono grandi e colorati come farfalle del deserto.

Categorie: Sfilate Tag: , , .

Articolo pubblicato da in data: 27.09.2007
Ultimo aggiornamento: 27 settembre 2007