Il rosso fuoco delle colline di Ourika, l’ocra dei bastioni della città di Marrakech, il biancore di Casablanca, il blu Majorelle, il verde mandorla della regione del Rif: Il Marocco è innanzitutto colore.
Regno ricco di sfaccettature in cui il tempo si è fermato e tutto è rimasto intatto, il Marocco è la terra in cui antico e moderno si fondono.
E’ un vasto mondo in cui la magia dei colori, dei suoni, dei profumi e dei materiali sollecita tutti i sensi nutrendo così il corpo e lo spirito.
Questo sogno di esotismo, in bilico tra seduzione e voluttà, è il “fil-rouge” della nuova collezione di Alta Moda del Maestro Fausto Sarli per la Primavera-Estate 2009.

Novella esploratrice alla ricerca di emozioni, sensazioni e piaceri, la donna Sarli sceglie per la mattina completi in crepe double le cui volute, nei tailleurs, nelle gonne con volants, negli abiti asimmetrici, richiamano le strutture dell’architettura moresca.
“Interessante” il cappotto, blu Majorelle, dalle ampie maniche ad arco, studiato come i possenti portali delle città imperiali.
“Couture” la giacca-sciarpa in shantung dal colore dell’argilla cotta al sole.
“Glamour” la sahariana maschile, realizzata come una stola in organza.
“Opulento” il tailleur fittamente ricamato con pietre dure dai colori della terra rosa-bruno simili alle magnifiche parures dei sultani.

Per il cocktail, i disegni delle grate di cedro finemente intarsiate come filigrana danno forma ad abiti in macramé, mises in gazar dalla costruzione a petali e a bustier a ruota.

Per la sera lo chiffon e l’organza, dalle vibranti sfumature, avvolgono la silhouette femminile in abiti vaporosi ed eterei i cui trafori e i colori delle pietre preziose che li arricchiscono si rifanno ai regolari decori geometrici dei mosaici “zelliges”.

Il finale è un trionfo di volute di crinolina e di giochi di plissè che richiamano alla mente le stratificazioni della Rosa del Deserto e si muovono leggere e impalpabili come nuvole di sabbia sahariana.

Categorie: Sfilate Tag: , , .

Articolo pubblicato da in data: 31.01.2009
Ultimo aggiornamento: 31 gennaio 2009