Per l’Autunno/Inverno 2009, Frida Giannini presenta una collezione scintillante che trova la sua massima rappresentazione nello stile e nello spirito anti-conformista di un’icona della moda come Tina Chow. Ispirata da un’epoca di glamour e divertimento, quando uscire la sera era uno stile di vita, Frida Giannini propone un abbigliamento che infonde gioia di vivere e di vestirsi, oggi come ieri.

MOOD…Una corrente feticista pervade la collezione con toni di femminilità estrema contrapposti a note androgine. L’effetto è forte, addirittura pericoloso. Tratti grafici si sviluppano su superfici morbide, fluide e riflettenti. Dettagli sportivi, come gonne e pantaloni da jogging in seta, coulisse, cappucci e zip, spezzano capi più tradizionali regalando un approccio meno formale e più facile al vestire.
Patchwork di materiali incredibilmente lussuosi esaltano un’artigianalità eccezionale.

SILHOUETTE…Una silhouette lunga e sottile mette in risalto le gambe. Abiti in crêpe de chine, cortissimi e costruiti come maxi Tshirt con maniche kimono, si alternano a micro minigonne ancora più corte. Le gambe sono coperte da legging in lycra o dai nuovissimi stivali sopra al ginocchio e con tacchi estremi. Completi di giacca e pantalone hanno un taglio sartoriale deciso. Giacchine spencer hanno spalle costruite ed evidenziate. I pantaloni sono allungati e skinny, ma più morbidi sui fianchi. Ciascuno con una costruzione unica, come il nuovo disegno patchwork in pelle, camoscio e inserti in vernice.

COLORE…La neutralità degli jacquard a scacchi e le onde di nero brillante sono messe in risalto da lampi di colore forti come il blu elettrico, il viola intenso e il fucsia acceso. Righe, zig zag e pois giganti creano un effetto collage. Il nero si anima sulle  superfici liquide o sulle venature metalliche del lurex e del lamè, come nelle sculture astratte di Anish Kapoor. I vestiti sono a tratti così luminosi e iridescenti da sembrare ricoperti di olio dai toni cangianti.

CAPOSPALLA…Un’eccezionale artigianalità abbinata a tecniche innovative caratterizza il capospalla, dove giochi di inserti a contrasto distinguono ciascun pezzo. Una pelliccia di volpe intrecciata su maglia rivela un ricco ricamo di gioielli nascosto sotto la superficie. Una giacca in astrakan è spruzzata blu notte e ha maniche in volpe e profili in vernice. I pellami sono ricoperti da una “glassa” iridescente. Un blazer in cavallino è dipinto d’argento, i bomber oversize sono ricoperti di cristalli luccicanti. 

SERA…Scompaiono gli abiti lunghi, sostituiti da abiti corti, arricchiti da borchie in cristallo e indossati come maxi Tshirt. Mosaici di cristalli creano pois animalier, mentre fiori tridimensionali nascono da ricami di piume e paillette. Nuove e sportive le proposte per la sera: la tuta argento, la giacca in coccodrillo e i pantaloni da jogging in seta, o la scintillante mini portata con la canottiera morbida e la giacca in volpe e astrakan.
Il nuovo completo da sera giacca e pantalone è interamente tempestato di cristalli.

ACCESSORI…Le scarpe sono dominanti e aggressive: le pump con platform e gli stivaletti in camoscio o pelle ossidata hanno tacchi a spillo estremi. Gli stivali, alcuni con inserti di patchwork, sono aderentissimi e dai tacchi a spillo vertiginosi. Le superfici delle borse e delle scarpe sono lucide come olio. Anche le borse in pitone, come la nuova e morbida Icon Bit o la tote con doppia tracolla a catena in vernice, sono state trattate con effetto lucido. La pochette, proposta in vari pellami pregiati e in grandezze diverse, come quelle oversize della borsa journal, è un must della collezione. Rigidi bracciali in polvere di zaffiri, collane a frange in argento con diamanti neri e occhiali a specchio completano il forte look.

Categorie: Sfilate Moda Donna Autunno/Inverno 09/10 Tag: , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: