C’N’C Costume National cambia le regole, dopo 25 anni dall’esperienza di Trussardi, la moda torna pubblica e si democratizza scegliendo di sfilare in piazza Duomo per tutti. Coraggiosa e di grande effetto la scelta di Ennio Capasa e del brand che hanno fatto presentare la sfilata/spettacolo a Natasha Stefanenko e hanno saputo tramutare un defilè di pochi minuti in una grande serata che rimarrà nella storia della moda.
Ho voluto portare il Rock’n’Roll in Piazza Duomo. Quello delle nuove generazioni, che lo hanno assorbito e mutato, adattato e contaminato.

“I figli del Rock’n’Roll hanno riscoperto l’impegno, senza rinunciare a divertirsi. Come i loro padri, ma con più poesia. Amano la natura e la rispettano, ma non abbandonerebbero la città. Amano le cose nuovissime e quelle vecchie. Vivono la contraddizione come condizione permanente, e si vestono di conseguenza, mescolando sportswear e couture. Ho immaginato una collezione rock nello spirito e nella silhouette, ma con un’anima “naturale”. E ho voluto mio figlio Anton, Pixie Geldof, Tali Lennox e Daisy Lowe per indossarla: rock kids di oggi, figli di rock kids di ieri”

Categorie: Sfilate Moda Donna Primavera/Estate 2010 Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: