Per la gioia di tutti i melomani, il 7 Maggio sarà distribuito a cinque anni di distanza dal suo predecessore Studentessi, il nuovo album di Elio e le Storie Tese. L’attesa e la curiosità, sono importanti, così come le aspettative che sono altissime, d’altronde un lavoro di quella che è senza ombra di dubbio la più illuminata, creativa, tecnica, geniale eccellenza della musica italiana, non può mai passare inosservato. La musica di Elio e Co. è una ventata di aria fresca in mezzo alla fanghiglia della musica italiana attuale.

“L’album Biango” da cui si può facilmente dedurre l’analogia con il “White Album” dei Beatles, ha però un’altra ben più consistente fonte d’ispirazione, rivelata direttamente da Elio nella conferenza stampa di Lunedì 6 Maggio: «C’è un riferimento chiarissimo all’albume dell’uovo, però cotto».

Per bocca dei componenti del gruppo ad eccezione di Rocco Tanica, assente alla conferenza stampa poiché come lui stesso ha scritto in una lettera, sta tentando di entrare nei Rolling Stones, questo è un disco che piacerà soprattutto ai fan della prima ora, poiché i temi trattati saranno quelli della quotidianità su cui spesso e volentieri è giusto e salutare ironizzare cinicamente, come ha insegnato la massima fonte ispirazione per la musica e i testi degli EELST: Frank Zappa.

Un disco che vedrà come sempre tante partecipazioni: «quando sta per uscire un nostro nuovo disco, gli artisti si accalcano per partecipare e siamo costretti a dire di no a un sacco di gente, quindi adesso è difficile ricordare chi c’è davvero nel disco» ha dichiarato Elio, di sicuro c’è la partecipazione di Nek in una traccia dell’Album Biango, ancora Elio: «nel disco c’è anche Nek perché stava registrando nello studio di fianco al nostro, ci ha chiesto di partecipare all’album biango, noi subito gli abbiamo detto no, ma alla fine l’abbiam preso, su». Altra partecipazione d’eccezione, quella degli Area, lo storico, straordinario gruppo dell’inarrivabile Demetrio Stratos.

Naturalmente tra le tracce presenti nel nuovo lavoro degli EELST, le sanremesi Dannati Forever e La Canzone Mononota, oltre al divertentissimo Complesso del Primo Maggio.
Di Raffaella Ponzo

Categorie: Curiosità Tag: , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: