Per il Musée du Louvre i Social Media sono la ‘ciliegina sulla torta’

Un approccio originale e creativo, quello del Musée du Louvre, il più affascinante d’Europa, ai Social Media.

Inaugurato alla fine del Diciottesimo secolo e visitato da più persone di qualsiasi altro museo al mondo, il Louvre non ha mai smesso di creare attrazione e curiosità, sia per i tesori che contiene, che per la sua struttura architettonica, anch’essa artistica ed unica.

Può quindi sorprendere, vedere come un luogo cosi famoso, abbia deciso di abbracciare i Social Media.

Niko Melissano, Manager che si occupa della  Community del Louvre, ha creato sulla pagina Facebook del museo, delle narrazioni che intrecciano la vita con l’arte, per far entrare il museo stesso “nella vita delle persone , non importa quanto lontano possano essere”.
I post pubblicati, riportano dettagli coinvolgenti e accattivanti circa le opere o i fatti storici dell’edificio.

Divertenti sono i quiz d’arte che hanno come premio dei biglietti del treno per alcune destinazioni europee e dai giovani studenti agli storici, sono a centinaia gli utenti che si stanno connettendo.

E nel vero spirito dei Social Media , Melissano collabora con i tanti gestori di altri musei d’arte in tutta Parigi, collegando il mastodontico Louvre, al più piccolo spazio dedicato alla bellezza.

Anche su Twitter, oltre a condividere giorni e orari di chiusura, molto ricercati sono i dettagli di quello che succede dietro le quinte nei giorni in cui le porte sono chiuse al pubblico.

TripAdvisor è una parte significativa del quadro Social del Louvre. E così commenta Melissano : “TripAdvisor è molto conosciuto e  la sua portata globale offre l’opportunità di continuare ad essere una base per il visitatore straniero”.

Insomma, il Louvre non ha certo bisogno di FaceBook o Twitter, da tutto il mondo la gente fa la fila per ore per fare un giro tra i corridoio densi di meraviglie, ma come dice proprio il Manager a capo del progetto Community: “I Social sono la ciliegina sulla torta”.
Una torta dipinta da Picasso, Monet o perché no… Leonardo…

Di Raffaella Ponzo

Categorie: Arte Tag: , , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: