L’usanza di utilizzare capelli decorativi, che non siano i classici rigidi sportivi o quelli in lana, risale a tempi antichissimi.

Già esistenti dal Medioevo e dall’Antico Egitto, la funzione estetica, si è man mano persa negli anni. Mode che ritornano e scompaiono, come ogni accessorio, testimoniano che l’uso continuo del cappello, sia presente solamente all’interno delle case reali.

Philip Treacy- i cappelli

Considerato d’alta classe, nell’epoca moderna difficilmente ci si puo’ imbattere in esso, se non tra le foto di riviste o eventi ufficiali inglesi. Philip Treacy è considerato il genio di tale accessorio, un campo creativo sconfinato, che non intacca minimamente i limiti della sua fantasia.

Talvolte minimal ed essenziale, altre egocentrico ed eccessivo, Philip Treacy, è ormai una star nel proprio settore. La regina Elisabetta, con tanto di Kate Middleton e famiglia, si servono esclusivamente di cappelli del noto modista britannico. Una sfilata infinita di perfette forme accovacciate sulle teste dei reali, sono state avvistate durante il royal wedding e ad ogni evento ufficiale, tutt’oggi.

Star d’eccezione come Lady Gaga o Sarah J. Parker, ne fanno uso spesso e volentieri. Re indiscusso di estro e creatività, Philip Treacey, è riuscito a costruirne un impero, tra piume, stilismi insoliti, materiali inusuali e colori optical, in un tripudio di eleganza e arte.

Nancy Malfa

Categorie: Accessori Tag: , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: