E’ con un filo di rimpianto che Cindy Crawford parla dei vantaggi che hanno le modelle di ‘nuova generazione’, grazie ai social network.

La top model per eccellenza, colei che insieme ad una manciata di altre super bellezze contribuì a creare il mito delle super modelle negli anni ’90, rimpiange pubblicamente di non aver potuto usare i social network negli anni d’oro della sua carriera.

Secondo Cindy Crawford le top di oggi come Cara Delevingne, Miranda Kerr o Kendall Jenner, hanno più controllo sulla loro immagine grazie al contatto diretto che possono instaurare con i fan tramite Facebook o Twitter.

In un’intervista sul giornale The Evening Standard rivela: “Le modelle di oggi grazie ai social media possono creare la loro immagine in un modo che noi nemmeno sognavamo. Queste ragazze non sono etichettate da come gli altri le vedono. Una come Cara ad esempio, è supercool perchè riesce ad essere se stessa, a farsi conoscere per ciò che è, a mostrare il suo stile di vita fuori dalla passerella attraverso i social network. E’ così che si instaura una connessione con i fans.”

Come ama dire Cindy Crawford, ex moglie di Richard Gere: “Fare la modella è quel che faccio, non quel che sono. E’ un lavoro, un lavoro bellissimo, ma solo un lavoro.”

Cindy non ha potuto beneficiare di Facebook, Twitter o Instagram quando era la musa di ogni stilista negli anni ’80 e ’90, ma sua figlia Kaia potrà avere un destino diverso. A soli 13 anni, la secondogenita di Cindy Crawford apparirà nel prossimo numero di Teen Vogue.

“Sono felice per mia figlia Kaia, non vedeva l’ora di fare questo servizio per Teen Vogue, ma a 13 anni è ancora troppo piccola per sapere cosa vuole fare veramente.”

Categorie: Curiosità Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: