Christian Dior apre al mondo la sua prima collezione e lo fa con quello che diventerà un’icona della moda: il celebre tailleur Bar, giacca bianca stretta in vita e gonna nera plissettata. Iniza così la rivoluzione del New Look. Le forme dei fianchi e del petto vengono esaltate da tessuti foderati di percalle e taffetà.

Settanta anni fa, Monsieur Dior modellò con le mani e un martello il manichino che avrebbe indossato il tailleur Bar, per ottenere le forme desiderate. Oggi i direttori creativi, Lucie Meier e Serge Ruffieux, rendono omaggio al savoir faire degli artigiani rivisitando i modelli storici della maison: le gonne Corolle conservano il taffetà, ma perdono la sottogonna; le giacche e gli abiti cercano il volume con volant e giochi di plissé, senza ricorrere alle imbottiture. Silouette strutturate che sono state impreziosite da centinaia di perle, paillettes e piccole lamine. Tutte cucite a mano dagli artigiani dell’atelier Vermont per riprodurre il ricamo di foglie e fiori.

Nel video, in esclusiva per D di Repubblica, le creazioni della sfilata haute couture autunno-inverno 2016-2017.

Categorie: Video Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: