Avrà sede nello storico Palazzo Gavazzi in via Montenapoleone 23, il negozio Piombo. Costruito su progetto dell’architetto Luigi Clerichetti alla fine del 1800, l’edificio è un esempio illustre di Neoclassico milanese. Lo spazio di 220mq, affaccia totalmente sul cortile interno, rispettando così quel concetto di “riservatezza” che sta alla base della filosofia di questo marchio.

Colore dominante degli interni è il grigio – tonalità che si ispira a quella prediletta da Christan di Dior degli anni ’60 – che viene accostato a velluti “ton sur ton” o nei toni del verde. In equilibrio perfetto, gli elementi d’arredo si alternano tra l’ antico e il contemporaneo: una specchiera in legno dipinta a “finto marmo” del settecento, due torcere francesi in legno dorato del ‘700 , si accostano a mobili disegnati su misura in lacca nera. Tre lampadari in legno dorato e cristalli, di 140 cm di diametro, donano una luce uniforme allo  spazio.

In questo particolarissimo “contenitore” troveranno la loro sede tutte le creazioni del marchio: i tessuti in cachemire creati in esclusiva su antichi telai in legno in Scozia, il su misura maschile, le ormai celebri “smoking jacket” di Piombo, oltre agli accessori in pelle e in seta francese – altra esclusiva di Piombo.

Sarà  presente anche uno spazio  dedicato alla donna dove è prevista la costruzione di giacche su misura anch’esse prodotte con tessuti fatti a mano.
Il negozio di Milano, sarà un luogo dove chi entra per trovare un abito adeguato potrà gustare uno straordinario vino francese o un cioccolato introvabile, o magari godere di esclusivi consigli di botanica dal famoso “garden advisor” Paolo Perone, amico personale di Massimo Piombo.

Questo “concept store” è solo l’inizio  di un progetto di retail impostato dall’Azienda  a medio – lungo termine, che prevede altre aperture in Europa e nel mondo con la stessa filosofia di brand.

Categorie: Trade News.

Articolo pubblicato da in data: 30.07.2007
Ultimo aggiornamento: 30 luglio 2007