“The Confession”

L’eterno conflitto tra Bene e Male nella web serie piu’ famosa degli States

“The Confession”: La numero uno delle web series, firmata Sony Pictures realizzata appositamente per il web, creata e interpretata da Kiefer Sutherland

“The Confession”

Dell’eterna lotta tra il bene e il male ne abbiamo sentito parlare per millenni. E se ne discute anche oggi a tutti i livelli, non solo negli scritti filosofici, religiosi o politici, il tema è anche la trama di  “The Confession”.

La numero uno delle web series, firmata Sony Pictures realizzata appositamente per il web, creata e interpretata da Kiefer Sutherland, che da lunedì 23 aprile alle 20.45, per ben dieci lunedì consecutivi sarà possibile seguire su Streamit-twww.tv al canale 30 EMPIRE.

Si tratta di una storia di redenzione e conflitto tra bene e male: il confronto tra un killer (Kiefer Sutherland) e un sacerdote (John Hurt) con enigmatici risvolti noir e spirituali. La storia – nata da un’idea di Kiefer Sutherland – inizia la vigilia di Natale, quando un sicario entra in una chiesa a confessare i propri peccati. Attraverso una serie di flashback, si rivela che cosa ha portato il killer a questo momento decisivo per la sua vita, in bilico tra la redenzione e la condanna. Il confessore sembra essere una guida spirituale con il quale confrontarsi, ma le personalità dei due personaggi, così divergenti nei ruoli, potrebbero essere sorprendentemente interlacciate.

La serie – scritta e diretta da Brad Mirman – si chiuderà con un cliffhanger che potrebbe lasciare le porte aperte per una seconda stagione. Sutherland si è detto entusiasta del progetto, stimolato dall’idea di provare a lanciare un progetto drammatico visto che la maggior parte dei prodotti che gira su internet sono show demenziali o comici: “Ho incontrato Chris Young e abbiamo cominciato a parlare del fare una serie drammatica, un drama di soli cinque minuti: per giorni mi sono tormentato col concept, come si può ‘strizzare’ un drama in cinque minuti? E poi ho pensato all’idea del confessionale“, ha spiegato Sutherland. Girata nel corso di nove giorni a New York, The Confession è stata definita “fantastica” dall’attore (e produttore), che è riuscito a girarla anche in ‘economia’: “Tutti hanno accettato di essere pagati di meno, perché crediamo che il futuro sia sul web, il più grande network al mondo ed in grado di raggiungere una platea amplissima“, ha concluso Sutherland.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy