on-the-road-il-cast-a-cannes

On The Road, l’opera manifesto di Jack Kerouac, domina la Croisette

Film Cannes: On The Road, l’opera manifesto di Jack Kerouac, domina la Croisette

on-the-road-il-cast-a-cannes

Dopo quasi sessant’anni arriva sul grande schermo l’ardua impresa di “On The Road”, è stato portato in concorso a Cannes dal regista brasiliano Walter Salles. Il desiderio di Jack Kerouac, quello di fare un film dal suo libro “On The Road”, in Italia tradotto con “Sulla Strada” – ( il romanzo mito e insieme maledetto scritto in soli tre giorni su un rotolo di carta da tappezzeria nel 1951 e pubblicato per la prima volta sei anni dopo a causa della censura maccartista) si è realizzato.

Considerato per decenni  un soggetto impossibile per un adattamento cinematografico, lo scrittore scrisse addirittura a Marlon Brando per fargli interpretare la parte di Dean Moriarty, uno dei protagonisti del libro, ispirato alla figura dello scrittore Neal Cassidy e soprattutto per chiedergli di acquistare i diritti del film. Brando non rispose mai, ma dopo 55 anni e  otto anni per realizzarlo questo film, il suo sogno diventa realtà.

Prodotto da Francis Ford Coppola e interpretato da  Sam Riley nella parte di Sal Paradise (psudonimo di Jack Kerouac), Garrett Hedlund, Kristen Stewart e Kirsten Dunst. L’atteso film basato sull’opera manifesto di Jack Kerouac, il vagabondare dall’Est all’Ovest dell’America, senza piani di viaggio se non sperimentare la massima liberta’ possibile in tutti i sensi, non ha messo d’accordo tutta la critica.

Nel film, Riley è Sal Paradise (in realtà Kerouac), aspirante scrittore newyorkese che dopo la morte del padre incontra Dean Moriarty (in realta’ Neal Cassidy, interpretato da Garrett Hedlund), con il quale intraprende un lungo viaggio attraverso l’America alla ricerca di identità, esperienze, vita.

Insieme a loro la disinibita e seducente Marylou (in realta’ Lu Anne Henderson, nel film è Kristen Stewart): “Tutti gli attori sono stati in qualche modo co-sceneggiatori del film – dice ancora il regista brasiliano -. Ci siamo allontanati dal libro pur rimanendo fedeli al suo spirito, lavorando in un’atmosfera di permanente improvvisazione”.

E Kristen Stewart, smessi i panni della castissima Bella di ‘Twilight’, a proposito di Marylou non ha dubbi: “Amo davvero questo personaggio. La forza della sua personalita’, le cose che dice: non e’ una ribelle, è semplicemente se stessa. E incarna in maniera commovente lo spirito del libro: mentre giravamo, quando avevo qualche dubbio sono riuscita a superare lo stallo perché era come se lei fosse lì con me”.

Per quanto riguarda il libro di Kerouac, inserito fra i primi 100 romanzi del secolo scorso e venduto in tutto il mondo in oltre tre milioni di copie, ”On the road”, romanzo autobiografico sui viaggi compiuti dall’autore fra il 1947 e il 1950, e’ diventato in breve tempo il manifesto della Beat generation, creando il mito del viaggio in automobile, del misticismo, ma anche dell’alcol, della droga e del bebop, il jazz rivoluzionario proveniente da New York.

A renderlo attuale, in questi tempi di crisi economica globale, lo sfondo dell’America reduce dalla grande depressione del 1929, la vita degli ”hobos”, i vagabondi che si spostavano alla ricerca di una dimensione piu’ umana, dopo la disillusione di un modello capitalistico e consumistico che non aveva realizzato la ricchezza che prometteva.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy