Correva l’anno 1992 quando una conturbante Sharon Stone faceva impazzire le platee di tutto il mondo con uno degli accavallamenti di gambe più celebri della storia del cinema in Basic Instinct.

Oggi, a distanza di oltre vent’anni, il fascino dell’ormai cinquantacinquenne attrice americana non pare per nulla ridimensionato, almeno a giudicare dall’accoglienza riservatale da Roma, città andata in visibilio alla vista dell’attrice arrivata per il primo ciak del nuovo film di Pupi Avati, Il ragazzo d’oro.

Camicia beige e pantalone nero, la Stone ha fatto la sua comparsa in Piazza del Popolo, dove il regista italiano ha dato il via alle riprese del lungometraggio che ha trai suoi protagonisti anche Cristiana Capotondi, Giovanna Ralli e Riccardo Scamarcio.

Quest’ultimo, in particolare, è sembrato davvero rapito dalla presenza della diva di Hollywood, alla quale ha riservato parole di ammirazione sottolineando la sua personale soddisfazione di recitarle accanto e rimarcando, oltre alla bravura, la simpatia e la disponibilità della star, con la quale c’è stato un bell’incontro.

Complimenti ricambiati da Sharon, felice di poter lavorare con Avati e Scamarcio e, soprattutto, felice di trovarsi ancora una volta a Roma, in Italia, dopo aver passato già alcuni periodi di vacanza nel nostro paese con i propri figli.

Immaginiamo che dopo queste parole Scamarcio sarà ancor più credibile nel recitare il ruolo di un pubblicitario milanese che, per pubblicare il libro del padre, si trasferisce a Roma e finisce per perdere la testa per un’attrice americana (Sharon Stone, naturalmente) diventata titolare di una casa editrice della Capitale.

Leggi altre notizie di Gossip su Sfilate.it

Categorie: Lifestyle Tag: .

Articolo pubblicato da
in data: