Carlo Lizzani è morto a Roma

Lutto a Roma. Carlo Lizzani si lancia dal terzo piano

Carlo Lizzani è morto a Roma. "Stacco la chiave" solo queste poche parole in un biglietto indirizzato ai figli e poi il salto nel vuoto da balcone.

Carlo Lizzani è morto a Roma. “Stacco la chiave” solo queste poche parole in un biglietto indirizzato ai figli e poi il salto nel vuoto dal balcone della sua abitazione in via dei Gracchi nel prestigioso quartiere Prati.

91 anni, una carriera fatta di successi e una depressione sopraggiunta a causa della malattia della moglie, costretta a letto.

Una vecchiaia non piu’ serena, con problemi di salute tanto che era assistito da una badante e lo sconforto per un uomo abituato ad agire, a documentare e filmare la realta’.

Classe 1922 e una vita piena di successi, Carlo Lizzani ha vissuto una vita ricca di infiniti talenti e sfaccettature, una carriera importante come Regista, sceneggiatore ed attore e critico cinematografico.

La sua prima esperienza da regista la ritroviamo in perfetto periodo neorealista, negli anni ’50, dietro la macchina da presa con Nel Mezzogiorno qualcosa è cambiato e con il film Achtung del 1951.

Senza dimenticare la sua regia in Cronache di poveri amanti ( tratto dal libro di Vasco Pratolini) oppure Il processo di Verona del 1963, Banditi a Milano del 1968, Crazy Joè del 1973, Mussolini ultimo attò del 1974.

Ma anche film che volevano focalizzare l’attenzione su problematiche importanti come Storie di vita e malavità del 1975, Fontamara tratto dall’omonimo libro di Ignazio Silone nel 1977, La casa del tappeto giallo (1983), Mamma Ebe (1985), Caro Gorbaciov (1988), Cattivà (1991), Celluloide (1995), Hotel Meina (2007), oltre agli sceneggiati televisivi Nucleo Zero (1984), Un’isola del 1986 e La trappola.

Molti lo ricordano nel triennio a fine anni ’70 e inizio degli anni ’80 quando ha diretto la Mostra del Cinema di Venezia.
Scrisse anche libri, era sempre impegnato, e l’essere costretto a poca mobilità deve averlo indotto a questo gesto estremo.

Sono stati i vicini, vedendo il corpo a terra, a dare l’allarme alle forze dell’ordine ed ai soccorsi.
L’ambulanza è arrivata subito ma pirtroppo Lizzani è morto dopo pochi minuti.

Il mondo del cinema, della televisione e della cultura lo ricorda con grande ammirazione ed affetto.

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy