omeopatia inefficace

L’omeopatia non è efficace, lo dichiara una ricerca australiana

Omeopatia: da chi è scettico a questo genere di cure e chi invece è riuscito a trarne sollievo. Un nuovo studio però ha analizzato più di duecento casi.

Curare patologie o dei semplici problemi momentanei come l’emicrania con l’aiuto dell’omeopatia, è una pratica molto diffusa in vari paesi. Secondo l’ente australiano della sanità, intento in un’approfondita osservazione di studi scientifici, si è arrivati alla conclusione che l’omeopatia non sarebbe efficace in molti dei casi analizzati.

Il Nhmrc non è il solo a schierarsi contro questo tipo cure, a dargli manforte si è aggiunto l’intero parlamento inglese e vari sistemi nazionali di sanità. Una vasta informazione ha permesso ai consumatori una maggiore conoscenza dell’argomento, tanto da richiedere risarcimenti alle industrie farmaceutiche e a stabilire un netto crollo nelle vendite.

Tutto ciò ha scatenato l’ira di coloro che sono favorevoli a questo genere di soluzione, tralasciando il fatto stesso che esperti nel settore hanno partecipato allo studio dettagliato sopra citato. Come qualsiasi tipo di argomento soggetto a critiche, è diviso in due netti pensieri: i sostenitori e gli scettici. Questi ultimi ricordano che tale disciplina, sia una pratica utilizzata sin dal medioevo ed esposta più ad una cura psicologica che fisica, per via dei i suoi dosaggi centesimali.

“La mia opinione personale sull’omeopatia è che, se è impossibile dire con certezza che nessun rimedio sia efficace, qualsiasi effetto è piccolo e senza importanza. Almeno la grande maggioranza dei miglioramenti che riportano i pazienti, è dovuta a cause non direttamente collegate […] c’è prova solo di un piccolo effetto e quando un effetto è così piccolo potrebbe anche non esistere […] l’omeopatia può essere forse considerata più come una forma di psicoterapia.” Afferma Anthony Campbell, omeopata del Royal London Homeopathic Hospital.

Nancy Malfa

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy