M.I.A e Versus Versace

La rapper M.I.A e Versus Versace contro il mercato del falso

La rapper M.I.A e Versus Versace contro il mercato del falso. Straordinaria collaborazione tra la rapper inglese M.I.A e brand della Medusa: Versus Versace.

La rapper M.I.A e Versus Versace contro il mercato del falso.
Straordinaria collaborazione tra la rapper inglese M.I.A e brand della Medusa: Versus Versace.

Dal 16 Ottobre è disponibile on line la nuova capsule collection di MIA per Versus Versace, una linea che unisce la ribellione di una star della musica mondiale e l’originale estetica del brand.

La collezione per uomo e donna, è composta da 19 pezzi, T-shirt, minidress in seta e abiti in jersey, con stampe caleidoscopiche ispirate alla merce taroccata Versace che la cantante ha trovato nei mercati di Londra da adolescente.

I famosissimi simboli della maison, come la chiave greca e la Medusa si scontrano con l’energia e la grinta delle stampe grafiche e dei medaglioni d’oro ispirate allo street style. Una collezione innovativa, arricchita da diversi design e creativi provenienti da vari settori, dall’arte alla musica, dal mood contemporaneo e glamour.

Il lancio è stato accompagnato da una campagna digitale di GIF, con immagini di M.I.A e dei suoi amici che indossano la collezione girando per i mercati di Londra Est, immagini scattate dal fotografo messicano Jaime Martinez.

La location del videoclip sottolinea lo scopo della collezione ovvero una denuncia contro il mercato della contraffazione. In merito Donatella Versace ha dichiarato: «Amo l’energia della strada, infatti quando MIA mi ha suggerito di utilizzare la merce contraffatta di Versace , ho pensato che fosse un’idea incredibile. La collezione racchiude tutto ciò che adoro del nuovo Versus Versace, è veloce, forte, senza paura, e riunisce il mondo della musica e della moda. Non vedo l’ora di vedere persone indossare la collezione».

La rapper ha dichiarato su twitter «ll tema dei falsi, di coloro che li producono e li vendono ha sempre fatto parte della cultura di M.I.A. Quando sono stata contattata da Versace, mi è sembrata un’ottima idea quella di invertire il giro. Il design di Versace è sempre stato copiato, ora è Versace a copiare il copiato, così che chi copia dovrà copiare il copiato. Così il giro andrà avanti».

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione).
Possiamo usare solamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando tutti i cookie ci aiuterai ad offrirti una migliore navigazione sul sito. Leggi la nostra Cookie Policy